Un contesto nuovo per una nuova leadership

Viviamo in un mondo nuovo, in rapidissima evoluzione e che è già cambiato da tantissimi punti di vista rispetto al recente passato.

Nel mondo attuale:

  • Le tecnologie evolvono a ritmi esponenziali.
  • L’economia è sempre di più basata su risorse intangibili, quali le informazioni e la conoscenza.
  • L’economia digitale sta stravolgendo i mercati tradizionali, mettendo a disposizione di chiunque un’enorme quantità di prodotti e di servizi a prezzi sempre più competitivi.
  • Le persone rimangono nelle aziende per periodi sempre più brevi e quindi, se è fondamentale investire su di loro e formarle, diventa ancora più importante saperle fidelizzare.
  • Il mondo è diventato più piccolo e la concorrenza più vasta.
  • Gli operatori economici e commerciali tendono ad aggregarsi.
  • Commettere un errore oggi o, peggio ancora, mettere in atto un comportamento non del tutto etico, anche egoisticamente, ha una cassa di risonanza diversa e sicuramente più ampia rispetto al passato.

Da soli non facciamo molta strada in un mondo così complesso!

Di conseguenza possiamo dire di vivere in un mondo in cui la guerra è obsoleta e la collaborazione e la cooperazione non sono più un’opzione ma un’assoluta necessità.

Quindi, tra le qualità più importanti richieste da un mondo con tali caratteristiche vi sono le abilità legate alla leadership.

Ma che cos’è la leadership?

Le parole “Leader” e “Leadership” sono soggette a diverse interpretazioni:

  • La posizione di “Leader” è un ruolo in un particolare sistema. Una persona nel ruolo formale di un leader può possedere o non possedere capacità di leadership e essere o non essere in grado di esprimere leadership.
  • La “Leadership” è correlata alle abilità, capacità e grado di influenza di una persona e può essere espressa da persone che non sono «Leader» formali.

La parola “Leadership” deriva dalla parola “Lead” che significa “Guidare”.

La parola “Lead” a sua volta deriva dalla parola inglese “Lithan” che significa “Andare”.

Così, secondo il Merriam Webster’s Dictionary, “Leadership” significa:

«Guidare su di una via, soprattutto andando in anticipo».

Quindi, quando si parla di “Leadership”, spesso si parla di

  • Andare per primi
  • Motivare e influenzare gli altri
  • Dirigere le operazioni e le attività

Nuove definizioni

Secondo Robert Dilts, nel suo senso più ampio, la leadership può essere definita come la capacità di coinvolgere gli altri nel processo di realizzazione di un obiettivo all’interno di un sistema o ambiente più ampio.

A tal proposito, Dilts evidenzia la differenza tra “Leadership” e “Management”:

  • Il management viene generalmente definito come «Il fare le cose attraverso gli altri».
  • La leadership è spesso definita come «Portare gli altri a voler fare delle cose».

Tuttavia, continua Dilts, nelle prospettive emergenti della leadership, i leader non hanno influenza semplicemente perché sono “padroni” o “comandanti”, ma piuttosto, in quanto persone capaci di “creare un mondo al quale anche gli altri vogliano appartenere”.

Coerentemente con quest’ultima bellissima definizione di Leadership, Ken Blanchard, nel suo libro “La leadership per l’eccellenza”, definisce quella che lui chiama la “Nuova Leadership” nel modo seguente:

«Che cos’è la leadership? Per anni l’abbiamo definita un processo di influenza, ritenendo che il ruolo del leader, sul piano privato e professionale, consistesse nell’influenzare il pensiero e il comportamento altrui al fine di realizzare un obiettivo.

Più di recente, abbiamo adottato un’idea diversa, che vede nella leadership la capacità di influire sugli altri liberandone il potere e il potenziale allo scopo di promuovere un bene superiore […]

L’espressione fondamentale che qualifica la nuova definizione è il ‟bene superiore”, vale a dire ciò che è meglio per tutte le persone coinvolte».