Il “Creare un mondo al quale le persone vogliano appartenere”, di cui abbiamo parlato nell’articolo  “Una nuova leadership, una necessità“, comporta diversi livelli di influenza e di cambiamento.

Questi livelli di cambiamento possono essere riferiti al modello dei “Livelli Logici”, ispirato dal lavoro dell’antropologo Gregory Bateson (1904-1980) che identificò diversi livelli fondamentali di apprendimento e di cambiamento.

Questi livelli sono organizzati in modo gerarchico, così che ogni cambiamento che avviene ai livelli superiori, influenzerà tutto ciò che accade ai livelli inferiori, mentre i cambiamenti ai livelli inferiori non influenzano necessariamente ciò che avviene ai livelli superiori.

Ambiente

C’è un livello di ambiente: il dove e il quando un cambiamento si deve verificare ed ha a che fare con gli impedimenti e le opportunità presenti nell’ambiente.

Si riferisce a particolari ambienti e influenze ambientali, come lo spazio fisico e i vincoli temporali, che potrebbero influenzare la risoluzione di un problema o il raggiungimento di un obiettivo.

Comportamento

C’è un livello di comportamento: il cambiamento necessario potrebbe aver a che fare con il “cosa” fai nell’ambiente per ottenere un risultato desiderato, quali specifiche azioni e reazioni poni in essere.

Ovviamente, le azioni delle persone non sono determinate solo dal loro ambiente esterno. Individui diversi possono esibire un’ampia varietà di reazioni comportamentali a stimoli e vincoli ambientali simili.

Cosa causa queste differenze comportamentali? Variazioni nelle mappe mentali e nelle percezioni delle persone.

Capacità

Questo ha a che fare con il livello delle “Capacità”, e cioè del “come” operare un cambiamento, e si riferisce alle mappe interne e alle capacità cognitive delle persone.

Mappe mentali e percezioni diverse conducono a comportamenti e a cambiamenti diversi.

I risultati e le risposte a livello comportamentale sono condizionati dai processi cognitivi; cioè, da come la persona pensa a qualcosa o se la rappresenta mentalmente.

Valori e Convinzioni

Il processo di cambiamento può anche essere fortemente influenzato dal livello “dei Valori e delle Convinzioni” di una persona o di un gruppo di persone.

Questo livello ha a che fare con i “Perché” porre o non porre in essere un determinato comportamento. 

Il “Perché” porre o non porre in essere un determinato comportamento ha a che fare con i “permessi” e con le “motivazioni” che abbiamo per farlo o per non farlo.

Per esempio, se fossi un venditore e un pacifista, perché dovrei voler vendere armi? Avrei la motivazione per farlo? Mi darei il permesso di farlo?

Identità

C’è un livello ancora superiore che ha a che fare con “l’identità” della persona, o per meglio dire, ha a che fare con le convinzioni della persona sulla propria identità.

Risponde alla domanda “Chi?”. “Chi sono?”, “Chi penso di essere?”. Sono la persona giusta per poter porre in essere questo tipo di cambiamento? Sono la persona giusta per poter ottenere questo risultato? Magari è possibile per altri, ma è possibile anche per me?

Spirito

Il livello più alto di tutti ha a che fare con lo “Spirito”, e cioè con il “Per chi?” e il “Per cosa?” dovrei fare quello che faccio.

Questo livello si riferisce a ciò che potrebbe essere considerata la visione e/o lo scopo superiore di un’organizzazione o di un sistema.

Schema dei Livelli Logici

SPIRITO Per chi? Per cosa? Visione/Scopo
IDENTITÀ Chi? Missione e Ruolo
VALORI/CONVINZIONI Perché? Permessi/Motivazioni
CAPACITÀ Come? Strategie/Stati
COMPORTAMENTO Cosa? Azioni/Reazioni
AMBIENTE Dove e quando? Impedimenti/Opportunità

Livelli di cambiamento e Tipi/Stili di Leadership

I diversi “Tipi di Leadership” (Meta, Macro, Micro) e i diversi “Stili di Leadership” (di cui abbiamo parlato nell’articolo “Prospettive di Leadership e Stili di Leadership“), possono essere correlati al “livello” di cambiamento che un individuo o un’organizzazione sta cercando di influenzare.

Ogni cambiamento può avvenire a diversi livelli e per ognuno di questi saprai quale tipo e stile di Leadership utilizzare per poter facilitare il cambiamento.

Per quanto riguarda i diversi “Tipi di Leadership”:

  • La Micro Leadership affronta principalmente problemi a livello di ambiente, comportamento e capacità, vale a dire il dove, quando, cosa e come.
  • La Macro Leadership si concentra su questioni a livello di convinzioni, valori e identità di ruolo e cioè, il perché e il chi dietro al dove, quando, cosa e come
  • La Meta Leadership enfatizza i livelli dello spirito e dell’identità, e cioè, il chi e il per chi, che formano la visione e lo scopo dietro a tutti gli altri livelli di leadership.

Per quanto riguarda i diversi “Stili di Leadership“:

  • Ambiente: dove e quando > Laissez Faire e Gestione per eccezione
    • 

Quando l’influenza è diretta verso l’ambiente (dove e quando), il leader interviene sono se qualcosa va storto e devia dalla “Status Quo”
  • Comportamento: cosa > Ricompensa contingente
      • Quando l’influenza è diretta verso specifici cambiamenti di comportamento (cosa), il leader imposta un chiaro sistema di ricompense contingenti, rinforzo positivo o negativo basato sulle azioni dei collaboratori.
  • Capacità: come > Gestione per obiettivi e Stimolazione intellettuale
    • L’influenza a livello di capacità (come) viene raggiunta fornendo obiettivi chiari e stimolando i processi intellettuali.
  • Convinzioni e Valori: perché > Considerazione individualizzata e Stile Ispirazionale
    • Gli stili di Leadership orientati a influenzare credenze e valori (perché) implicano la considerazione di motivazioni e valori individuali, nonché il tentativo di ispirare i membri del gruppo.
  • Identità: chi e Spirito: per chi > carismatico / visionario
    • 

L’influenza a livello di identità (chi), spesso passa attraverso l’identificazione di una visione condivisa o di una figura che rappresenti un comune “modello di ruolo”.